Che gusto ha la caffeina?

Soprattutto di prima mattina, il caffè sembra essere vitale! Questo perché contiene caffeina, una sostanza che riduce la sonnolenza e stimola il sistema nervoso centrale.

Però, dal punto di vista della pianta del caffè, la caffeina ha delle funzionalità ben diverse. Infatti, questa sostanza viene prodotta dalla pianta stessa al fine di proteggersi da batteri ed aggressioni esterne, e a seconda dell’altitudine a cui cresce, ne produrrà in quantità diverse. I caffè denominati “robusta” che crescono fino agli 800 metri di altezza, contengono maggiori quantità di caffeina, proprio perché ad altitudini più basse con temperature tendenzialmente più alte, i batteri proliferano maggiormente. Invece, ad altezze comprese tra gli 800 e i 2.200 metri, le piante hanno meno necessità di protezione da questo tipo di aggressioni esterne e quindi, contengono meno caffeina. Le varietà di caffè che crescono a queste altitudini fanno parte della cosiddetta specie “arabica”.

Oltre ad avere degli effetti sul nostro sistema nervoso, la quantità di caffeina ha un impatto sul gusto del caffè. Infatti, quelli che contengono più caffeina hanno un sapore più amaro: ecco perché un caffè 100% arabica risulta essere più “dolce” rispetto ad una miscela contenete delle percentuali di robusta.

Attenzione però che l’amarezza del prodotto può risultare SOPRATTUTTO da altri fattori, quali la raccolta, la tostatura e il processo di estrazione del prodotto. Ciò dimostra ancora una volta la complessità e la bellezza del mondo del caffè!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.